albero

12 cose che mi piacciono del Natale

Persino il Grinch a Natale si è redento, quindi smettetela con quel borbottio diffuso e lasciate che lo spirito Natalizio si impossessi di voi.

Per aumentare l’entropia Natalizia e irritarvi ulteriormente, ecco un breve elenco di cose che amo del  Natale.

  1. L’attesa. Perchè il Natale è come un bel ragazzo, è molto meglio sospirare sognando come potrebbe essere piuttosto che scoprire che porta i calzini di spugna (o che te li regala a Natale)
  2. Comprare libri per bambini. Secondo la collaudatissima regola, uno a te, uno a me , uno a te, due a me, ecc..
  3. I commessi dei negozi con i cerchettirenna. Temo che questa cosa piaccia solo a me, posso anche supporre che non piaccia ai suddetti commessi, ma, ehi, che cos’è la dignità di fronte alla mia faccina sorridente.
  4. Le lucine. Un tripudio di lucine. Un trionfo di lucine. Casa mia è un incrocio tra il Duplè e Ibiza negli anni d’oro, visti con gli occhi di chi ha già bruciato una parte consistente dei propri neuroni.
  5. Credere a Babbo Natale. Io ci credo. Chi non ci crede è uno sfigato. Ora passiamo al punto successivo
  6. Mangiare. La vita è troppo breve per rinunciare ai piaceri della vita e secondo me nella vita ci sono due grandi piaceri e siccome sono sposata con la stessa persona da quasi 13 anni  mi concentrerò sul secondo.
  7. Fare gli auguri agli sconosciuti. Il Natale è così, un inanellare di auguri con chiunque e chicchessia, a me piace parlare con gli sconosciuti, magari hanno cose carine da dirti, di solito no, ma perchè non continuare a sperare, in fondo a Natale siamo tutti più buoni. Magari lo sono anche gli sconosciuti
  8. Fare gli auguri ai conoscenti. Lo so che non ti cago per 11,5 mesi l’anno, che cambio marciapiede quando ti incontro e se ti incontro non sono sicura di ricordarmi il tuo nome, ma se hanno inventato facebook cosa vuoi che sia un abbraccio a Natale.
  9. Spendere soldi per gli altri. Non ne ho, ergo spenderli è oltremodo divertente, in fondo di doman non v’è certezza perchè morire da pigne?
  10. Le canzoni di Natale. Mariah, l’umanità non ti sarà mai abbastanza grata.
  11. I lavoretti dei bambini. Fanno schifo lo so, sono un guazzabuglio informe di caccole e colori. Lo so. Ma sono invecchiata male quindi mi commuovo.
  12. Le vacanze di Natale. Ho un elenco così lungo di cose che vorrei fare durante le vacanze di Natale che non basterebbero 6 anni sabbatici, ma cosa posso dirvi, devo ancora finire di fare quelle che avevo programmato nelle vacanze dell’85.

 

Ora, ditemi voi, come si fa a non amare follemente il Natale.

Vi bacio forte miei improbabili folletti di Babbo Natale

Buon Natale e Oh Oh Oh a tutti!

P.s. Seguirà breve nota con le cose che non mi piacciono. Forse.

 

paola blu2

Related Posts

No Comments

Leave a Reply